Tecnologie innovative

Batterie al sale: il futuro dell'energy storage?

Dall'Università di Stanford l'alternativa al litio: batterie ai sali di sodio che garantiscono ottime prestazioni a bassissimo costo

martedì 17 ottobre 2017 - Erika Seghetti

baterie al sale

Il futuro delle rinnovabili, come ben sappiamo, si gioca sul terreno dei sistemi di accumulo. Finora le batterie al litio hanno dominato il mercato ma si è alla costante ricerca di un materiale e di una tecnologia che possa essere più efficiente e soprattutto meno costosa.

Batterie al sale

Sul sodio si stanno concentrando, da diversi anni, gli sforzi della ricerca scientifica. I sali di sodio sono presenti in natura in grandi quantità, il che li rende facilmente reperibili e a un costo decisamente limitato. Ma, sebbene abbiano la ben nota capacità di trasportare una carica, fino a questo momento tutti i tentativi di utilizzare il sodio per l'energy storage si sono rivelati fatui, davanti a risultati prestazionali di poco conto.

L'innovazione dell'Università di Stanford

Ma forse siamo arrivati a un punto di svolta. Il merito va a un team di ricercatori dell'Università di Stanford che ha sviluppato un nuovo processo, illustrato sulle pagine della rivista Nature Energy, che dovrebbe risolvere i problemi che hanno limitato le batterie al sale finora sviluppate. Gli scienziati hanno usato un catodo di sale sodico dove gli ioni del sodio, dopo essere stati caricati positivamente, vengono legati a quelli del mio-inositolo e a un anodo di fosforo. Questo processo consente un flusso di elettroni che migliora notevolmente le prestazioni della batteria.

I ricercatori ci tengono a sottolineare che "nulla potrà mai superare il litio nelle prestazioni" ma, essendo un materiale raro e costoso, vi è la necessità di "cambiare strategia e sviluppare batterie al sodio, con alte prestazioni ma a basso costo".Un risparmio dell'80%

Il prototipo di batteria sodio-ione sviluppata ha una capacità reversibile di 484 mAh g-1, una densità energetica di 726 Wh kg-1 e un'efficienza superiore all'87%. Sul fronte dei costi, le nuove batterie al sale potrebbero far risparmiare fino all'80% rispetto a quelle al litio.

Il nuovo codice dei contratti pubblici dal 1° luglio, cosa cambia?

Scatta dal 1° luglio l’efficacia del nuovo codice dei contratti pubblici, noto... Leggi


Riforma della giustizia pronta per l’esame in Parlamento

L’era post Berlusconi comincia con la presentazione del disegno di legge sulla... Leggi

Potrebbe interessarti

Mercato
LG Electronics Italia debutta nel mercato dell’energy storage

Alessandro Marinosci sarà il riferimento per il mercato italiano della nuova divisione


Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Tecnologie innovative copertina articolo
Caminetti a etanolo, un rischio per la qualità dell’aria?

Il Fraunhofer Institute for Wood Research di Braunschweig avverte: l’etanolo rilascia nell’aria...

Dello stesso autore


Ultime notizie
Idrogeno e fuel cells: a che punto siamo?

Il Convegno AiCARR di Bari è stato un’occasione per riflettere sullo stato...

Tecnologie innovative
Un innovativo sistema di facciata modulare con le rinnovabili integrate

Dal Fraunhofer un’innovazione che potrebbe semplificare e dare una spinta agli interventi...

Aziende
Il teleriscaldamento per una transizione ecologica nel settore del comfort

Frascold e Solid Energy insieme per il il potenziamento di un impianto ...