7 febbraio 2023
avatar Erika Seghetti
@erika

Progetti

Uno sky garden per rinverdire il distretto commerciale di Shenzen

Sopra il distretto di Qianhai sorgerà un corridoio verde lungo più di 1,5 km che darà nuova vita alla metropoli

venerdì 26 ottobre 2018

sky-garden-shenzen

Contrastare il cemento con il verde. Dovrebbe essere questo il paradigma di qualsiasi metropoli evoluta e Shenzen, la città che collega Hong Kong al resto territorio cinese, famosa soprattutto come meta per lo shopping, sta cercando di fare la sua parte.

E' qui sta sorgendo Qianhai, un distretto commerciale ricco di grattacieli luccicanti, che sarà completato nel 2020 e si svilupperà su una superficie complessiva di circa 30mila mq. La società responsabile del progetto, la Shenzhen Qianhai Development e Investment Holding Co., ha deciso di investire non soltanto negli edifici che sovrasteranno il quartiere ma anche in una porzione di verde a servizio degli abitanti.

Un giardino sopraelevato lungo più di 1,5 km

Il progetto, affidato allo studio Rogers Stirk Harbour + Partners, prevede la realizzazione di un giardino sopraelevato che percorre quasi un miglio (poco più di 1,5 km) fra gli edifici del distretto.

Lo sky garden, che si sviluppa su un lieve declivio, aggiungerà uno terzo strato alla composizione infrastrutturale della città. Al livello interrato si dipana l'infrastruttura della metropolitana, a quello stradale si viaggia con i mezzi di superficie o a piedi, mentre nel giardino sopraelevato sarà possibile dedicarsi ad attività meno frenetiche, godendo della ricca vegetazione.

Progetto realizzato ex novo

Questo progetto non è sicuramente una novità, visto che negli ultimi anni la realizzazione di giardini sopraelevati è diventata ormai una moda nelle città di tutto il mondo. Ma la grande differenza dello sky garden di Qianhai rispetto ad altri progetti, come ad esempio la nota High Line di New York che ha fatto forse da apripista, è che in questo caso il giardino non sarà frutto di una riqualificazione di aree dismesse ma verrà costruito ex novo.

Profilo geometrico che offrirà un nuovo orizzonte agli abitanti

Il giardino avrà un profilo geometrico, una sorta di lungo corridoio che collegherà il porto della città al 'Performance Park', uno spazio pubblico che ospita il Teatro dell'Opera e il Centro Congressi, dove sorgerà anche una torre panoramica.

"Data la diversità degli edifici che stanno sorgendo nell'area di Qianhai- ha dichiarato l'architetto a capo del progetto, Stephen Spence- la nostra intenzione era quella di inserire un elemento semplice e audace al tempo stesso. Il parco sopraelevato crea un nuovo orizzonte con il quale le persone possono orientarsi ".

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Progetti copertina articolo
450.000 laterizi per il rivestimento de “Il fiore di Botta”

Per il nuovo campus biomedico di Padova, firmato dall'architetto Mario Botta, sono...

Dello stesso autore


Ultime notizie
Idrogeno e fuel cells: a che punto siamo?

Il Convegno AiCARR di Bari è stato un’occasione per riflettere sullo stato...

Tech
Un innovativo sistema di facciata modulare con le rinnovabili integrate

Dal Fraunhofer un’innovazione che potrebbe semplificare e dare una spinta agli interventi...

Aziende
Il teleriscaldamento per una transizione ecologica nel settore del comfort

Frascold e Solid Energy insieme per il il potenziamento di un impianto ...