Fisco

Si può derogare alla norma UNI 10200 nella ripartizione dei consumi di calore volontari e involontari?

Il decreto stabilisce la possibilità, unicamente per la prima stagione termica successiva all'installazione dei contabilizzatori, di ripartire le spese secondo i millesimi di proprietà

mercoledì 4 maggio 2016 - Redazione Build News

medium

Risponde l'Agenzia provinciale per le risorse idriche e l'energia della Provincia autonoma di Trento


Il D.Lgs. 102/2014, la cui entrata in vigore è il 19 luglio 2014, prevede per i condomìni con impianto centralizzato la ripartizione delle spese connesse al consumo di calore per riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria in base a quanto previsto dalla vigente norma UNi10200, la cui ultima revisione risale al 2015.

La norma prevede la ripartizione delle spese in base al consumo volontario e a quello involontario e introduce anche il sistema di ripartizione della quota involontaria tramite i millesimi di fabbisogno che devono quindi essere calcolati. Ogni altro vecchio sistema di ripartizione delle spese, sia esso proporzionale ai millesimi di riscaldamento, oppure su quota fissa e variabile secondo le percentuali stabilite dalla deliberazione dell'assemblea condominiale, deve essere abbandonato e sostituito dal nuovo sistema di ripartizione previsto dalla norma.

Tuttavia il decreto stabilisce anche la possibilità, unicamente per la prima stagione termica successiva all'installazione dei contabilizzatori, di ripartire le spese secondo i millesimi di proprietà. Preme far notare che il decreto parla di stagione successiva all'installazione dei contabilizzatori e non di stagione successiva alla scadenza del 31 dicembre 2016 prevista del decreto medesimo per l'installazione degli stessi.

Quindi il calcolo da dove far partire l'obbligo di ripartizione delle spese secondo la norma UNi10200 parte dalla data in cui tutti i contabilizzatori siano stati installati e non dal 31 dicembre 2016.

Il nuovo codice dei contratti pubblici dal 1° luglio, cosa cambia?

Scatta dal 1° luglio l’efficacia del nuovo codice dei contratti pubblici, noto... Leggi


Riforma della giustizia pronta per l’esame in Parlamento

L’era post Berlusconi comincia con la presentazione del disegno di legge sulla... Leggi

Potrebbe interessarti

Mercato
Bolletta gas in aumento, +2,3% rispetto a luglio

La spesa gas per la famiglia tipo nell'anno scorrevole (settembre 2022 -...


Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Fisco copertina articolo
Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi?

Negli edifici ristrutturati gli incendi dei tetti ventilati sono aumentati di numero....

Fisco copertina articolo
Quale deve essere la distanza della canna fumaria dal confine di proprietà?

Le bocche dei camini devono essere posizionate in modo tale da consentire...

Dello stesso autore