7 febbraio 2023
avatar Amministratore

Materiali edili

La lastra in cartongesso con il più alto contenuto di riciclato

Gyproc DuraGyp ECO Activ’Air<sup>®</sup> di Saint-Gobain Italia è realizzata con il 35% di materiale riciclato certificato e permette di assorbire e neutralizzare fino al 70% della formaldeide presente negli ambienti interni

giovedì 4 novembre 2021

Air2

Fa il proprio ingresso nell’offerta del Gruppo Saint-Gobain, leader mondiale dell’edilizia sostenibile, Gyproc DuraGyp ECO Activ’Air®, una lastra in cartongesso realizzata con ben il 35% di materiale riciclato certificato, proveniente dagli scarti di cartongesso. Si tratta attualmente del valore più alto sul mercato. 

Prodotta a Casola Valsenio, uno dei siti di Saint-Gobain Italia dove si producono lastre in cartongesso, intonaci e profili metallici in provincia di Ravenna, la nuova lastra concorre concretamente a ridurre il consumo di materie prime: è riciclabile al 100% e minimizza gli impatti ambientali legati al ciclo di vita del prodotto, in linea con l’impegno assunto da Saint-Gobain di contribuire in maniera responsabile alla tutela del pianeta in termini di economia circolare del gesso. L’obiettivo è gestire i prodotti in maniera responsabile favorendone non solo il riciclo, ma garantendo un effettivo riutilizzo degli scarti.

Dal punto di vista delle prestazioni tecniche, la tecnologia Activ’Air® permette alla lastra di assorbire e neutralizzare fino al 70% della formaldeide presente nell’aria degli ambienti interni.  La tecnologia Activ’Air® sfrutta la sua capacità di metabolizzare sostanze chimiche rendendole inerti, senza rilasciarle nuovamente nell’ambiente e garantendone gli effetti a lungo termine.

lastra cartongessoLa lastra in cartongesso è di tipo speciale con elevato contenuto di materiale riciclato (35%) e con incrementata densità del nucleo (tipo D), il cui gesso è inoltre additivato con fibre di vetro e fibre di legno; tali caratteristiche conferiscono al prodotto un elevato grado di durezza superficiale e di resistenza meccanica (tipo I - R). In più è caratterizzata da un ridotto assorbimento d’acqua (tipo H1) con un’eccellente tenuta in presenza di elevati livelli di umidità, un ridotto valore di permeabilità al vapore (tipo E) che ne consente, se non direttamente esposta agli agenti atmosferici, l’utilizzo in ambiente esterno protetto. In più contribuisce ad incrementare la resistenza al fuoco nei sistemi in cui è installata (tipo F).

La lastra è inoltre certificata Eurofins Indoor Air Comfort Gold, risultando conforme ai più severi standard europei ed internazionali in termini di ridottissime emissioni nell’aria di VOC. In più supera i requisiti imposti dal D.M. 11 ottobre 2017 sui Criteri Ambientali Minimi (CAM).

Gyproc DuraGyp ECO Activ’Air® contribuisce anche all’ottenimento dei crediti per i principali standard e i protocolli di sostenibilità ambientale: 

  • Lo standard LEED v4.1 che si affianca a quello già esistente LEED v4
  • Il protocollo WELL 
  • Il sistema BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method)

Per saperne di più, visita il sito dell’azienda

Potrebbe interessarti

Aziende
Saint-Gobain Ecophon apre tre nuovi showroom

Inaugurati nel mese di luglio, i tre nuovi showroom sono dislocati tra...


Rivestimenti
Atypic Rewind, il fondo removibile per parete

Atypic Rewind di MaxMeyer consente di modificare frequentemente il colore delle pareti...


Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Materiali edili copertina articolo
Malta cementizia per riparare e rifinire le strutture in calcestruzzo

Malta cementizia monocomponente fibrorinforzata per la riparazione, ricostruzione e protezione di strutture...

Materiali edili copertina articolo
Mai più incendi da tetto

Da Schiedel le soluzioni prefabbricate per l'installazione del camino a ZERO distanza...

Dello stesso autore


Fisco
Ecobonus e Bonus Casa, è online il portale 2023 per l'invio dei dati a ENEA

Il termine di 90 giorni per la trasmissione dei dati all’ENEA per...

Progetti
Il passato incontra il futuro in una residenza di lusso nella campagna toscana

Nel progetto Colle Allegro impiegata la tecnologia Vimar per il controllo dell’illuminazione...