Sentenze

Superbonus 110% e scadenza del 30 settembre 2022, Tar: per non perderlo vanno sospesi i provvedimenti comunali che bloccano il cantiere

Il Tar Napoli ha accolto il ricorso di un cittadino: se i provvedimenti comunali impugnati non venissero cautelarmente sospesi, il ricorrente perderebbe il Superbonus 110% per la mancata realizzazione di almeno il 30% delle opere da realizzare entro il 30 settembre 2022

martedì 27 settembre 2022 - Redazione Build News

superbonus-110-petizione-online-aiuti-bis

Con il decreto n. 01640/2022 pubblicato il 15 settembre, il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Seconda) ha accolto la domanda di adozione di misure cautelari in sede monocratica e per l’effetto ha sospeso l’efficacia dei provvedimenti di un Comune, impugnati da un cittadino, che bloccano un cantiere.

Il Tar Napoli ha ritenuto “sussistente in termini di estrema gravità e urgenza il dedotto periculum in mora, tale da non consentire di attendere la decisione collegiale prevista per la prossima c.c. del 27 settembre 2022, in quanto laddove i provvedimenti impugnati non venissero cautelarmente sospesi, il ricorrente perderebbe i finanziamenti statali (Superbonus 110%) per la mancata realizzazione di almeno il 30% delle opere da realizzare entro il 30 settembre 2022”.

IN ALLEGATO il decreto del Tar Campania.

Il nuovo codice dei contratti pubblici dal 1° luglio, cosa cambia?

Scatta dal 1° luglio l’efficacia del nuovo codice dei contratti pubblici, noto... Leggi


Riforma della giustizia pronta per l’esame in Parlamento

L’era post Berlusconi comincia con la presentazione del disegno di legge sulla... Leggi

Potrebbe interessarti

Mercato
Crimini in aumento, cala la produttività delle imprese edili

Secondo il report 2024 di BauWatch l’epidemia di furti nei cantieri ha...


Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Dello stesso autore