Attualità

Agevolazioni fiscali, per gli immobili è sempre tempo di Ecobonus

Confermato fino a tutto il 2024 l’ecobonus, le agevolazione fiscali per la riqualificazione energetica degli immobili, con aliquote che vanno dal 50% fino al 75% a seconda dei casi

giovedì 6 luglio 2023 - Franco Metta

ecobonus

Come abbiamo avuto modo di ricordare recentemente la legge di Bilancio 2023 ha confermato una serie di agevolazioni fiscali già esistenti, tra cui quella che riguarda la riqualificazione energetica degli immobili e che interessa non soli i cittadini, ma anche imprese e professionisti. A tutti gli effetti l’agevolazione rientra nella più ampia strategia messa in atto a livello governativo ed europeo finalizzata alla riduzione delle emissioni e al contrasto ai cambiamenti climatici.

In cosa consiste l’Ecobonus

L'agevolazione è costituita da una detrazione dall'Irpef o dall'Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. In generale, le detrazioni sono riconosciute per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, il miglioramento termico dell'edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre, comprensive di infissi), l'installazione di pannelli solari, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

La detrazione spetta, inoltre, per: l’acquisto e la posa in opera di schermature solari; l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili; l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda o climatizzazione delle unità abitative; l’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti; l’acquisto di generatori d’aria calda a condensazione; la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

Le aliquote

Le detrazioni sono da ripartire in 10 rate annuali di pari importo, e variano a seconda che l’intervento riguardi la singola unità immobiliare o gli edifici condominiali e dell’anno in cui è stato effettuato.

Condizione indispensabile per fruire dell’agevolazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali per l’attività d’impresa o professionale. L'agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2024. Per la maggior parte degli interventi la detrazione è pari al 65%, per altri spetta nella misura del 50%.

In particolare la detrazione è pari al 50% per le seguenti spese: acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto (dal 2018 gli impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza inferiore alla classe A sono esclusi dall’agevolazione). Invece, se oltre a essere in classe A sono anche dotati di sistemi di termoregolazione evoluti è riconosciuta la detrazione più elevata del 65%; acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Per i condomini l’Ecobonus rimane anch’esso confermato fino al 31 dicembre 2024. L’agevolazione consiste in una detrazione pari al 70% o al 75% (nel caso in cui l’intervento migliori la prestazione energetica raggiungendo un livello di qualità media di cui al decreto del MISE 26 giugno 2015), con una limite di spesa massimo pari a 40.000€ per ogni unità immobiliare.

Il nuovo codice dei contratti pubblici dal 1° luglio, cosa cambia?

Scatta dal 1° luglio l’efficacia del nuovo codice dei contratti pubblici, noto... Leggi


Riforma della giustizia pronta per l’esame in Parlamento

L’era post Berlusconi comincia con la presentazione del disegno di legge sulla... Leggi

Potrebbe interessarti

Attualità
Bonus agrivoltaico, dal 4 giugno a disposizione 1,1 miliardi del PNRR

Saranno incentivati solo i nuovi impianti con potenza superiore a 1 KW...


Progetti
A Rimini un hotel progettato secondo principi sostenibili

Il MOOD ECO MOOD HOTEL è un modello di sviluppo sostenibile in...

Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Attualità copertina articolo
Condono edilizio, dalla politica spunta nuova sanatoria

Il ministro Matteo Salvini ha parlato recentemente della volontà di introdurre un...

Dello stesso autore


Approvato il decreto salva-casa, novità per l’edilizia libera

Approvato dal Cdm il decreto salva-casa che introduce misure urgenti per regolarizzare...

Attualità
Bonus agrivoltaico, dal 4 giugno a disposizione 1,1 miliardi del PNRR

Saranno incentivati solo i nuovi impianti con potenza superiore a 1 KW...