Ultime notizie

Marche: anticipata di un anno la scadenza del Piano casa

Fissato il nuovo termine al 31 dicembre 2023 anziché al 31 dicembre 2024

lunedì 3 aprile 2023 - Alessandro Giraudi

pianocasa_ingegneri

La Regione Marche, con la legge 29 marzo 2023, n. 4 (in allegato), ha anticipato di un anno il termine di scadenza del Piano casa.


La nuova legge regionale ha modificato la legge regionale 8 ottobre 2009, n. 22, recante “Interventi della Regione per il riavvio delle attività edilizie al fine di fronteggiare la crisi economica, difendere l’occupazione, migliorare la sicurezza degli edifici e promuovere tecniche di edilizia sostenibile”.


La modifica si è resa necessaria alla luce delle osservazioni del Ministero della Cultura, per il tramite del Dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie, in riferimento alla proroga della normativa regionale sul “piano casa” al 31 dicembre 2024. Le osservazioni ministeriali sono ricadute proprio sui termini previsti dalla legge regionale con riferimento alle finalità della norma che indica di intervenire “per un periodo temporalmente limitato, nelle more dell’entrata in vigore di una legge regionale organica di governo del territorio”. È in tale senso che la modifica intervenuta fissa il nuovo termine al 31 dicembre 2023.


La nuova legge è entrata in vigore il 31 marzo 2023, cioè il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione n. 30 del 30 marzo.

Il nuovo codice dei contratti pubblici dal 1° luglio, cosa cambia?

Scatta dal 1° luglio l’efficacia del nuovo codice dei contratti pubblici, noto... Leggi


Riforma della giustizia pronta per l’esame in Parlamento

L’era post Berlusconi comincia con la presentazione del disegno di legge sulla... Leggi

Potrebbe interessarti


Iscriviti alla newsletter di Build News

Rimani aggiornato sulle ultime novità in campo di efficienza energetica e sostenibilità edile

Iscriviti

I più letti sull'argomento


Ultime notizie copertina articolo
Legge di Bilancio 2018: novità su Iva 10% per i beni significativi

La fattura emessa dal prestatore che realizza l’intervento di recupero agevolato deve...

Dello stesso autore